La Storia

L’hotel sorge nel cuore del 3° arrondissement di Parigi, nella parte nord del Marais, un quartiere vero testimone della storia. A partire dal XIII secolo i monaci presero a coltivare le terre che all'epoca erano invase dalle paludi (marais in francese). 

Più tardi, nel XV secolo, il re decise di insediarsi in questa zona della città e vi fece quindi costruire una residenza che prese il nome di Hôtel Saint-Pol (Palazzo Saint-Pol). Evento chiave nella storia del Marais fu la realizzazione, agli inizi del '600, della Place Royale, l’odierna Place des Vosges, che ha avuto un ruolo di fondamentale importanza nel far crescere la reputazione del quartiere.

All'inizio del XX secolo in tutta l'area si assistono a grandi cambiamenti in seguito all'arrivo nel quartiere ebraico di migranti provenienti dall'Europa centrale; è in questo periodo che nel Marais si moltiplicano le botteghe tessili.

La rue de Poitou, la strada in cui sorge l'Hôtel du Petit Moulin, è anch'essa testimone di un passato importante: il suo nome, infatti, ricorda quello di un'antica provincia francese e si deve a un progetto voluto da Enrico IV, in seguito mai realizzato, che prevedeva la costruzione di una Place de France (Piazza di Francia) dalla quale sarebbero dovute partire a raggiera tante strade quante erano le province del regno.

Oggi il quartiere è uno dei luoghi culto della moda e permette di scoprire nuove tendenze e imparare a riutilizzare gli abiti in modo unico.

“I was immediately struck by the quirky perspectives, the almost maze-like way the floors are connected, and the highly functional new spaces that have been created in keeping with the listed parts of the hotel, with their picturesque and “old Paris” style.”

Christian Lacroix